CORSO DI FISICA DEL CORPO ENERGETICO

La biofisica classica si è occupata del corpo degli organismi viventi in termini di macchina vicina alla perfezione, ma pur sempre come macchina. Quindi studiando il sangue e il flusso sanguigno usando tutti i termini della fisica dei fluidi, la temperatura corporea in termini di reazioni biochimiche e di termodinamica, le interazioni fra radiazioni ionizzanti o non ionizzanti e le parti del corpo viste come insieme di atomi e molecole. Tutto ciò è di indiscutibile valore ed interesse, ma resta ad uno strato superficiale dell’essere umano.

 

La Nuova Fisica, o anche la Fisica del Corpo Energetico si occupa dell’essere umano nella sua completezza, quindi anche nei rapporti dell’uomo con l’ambiente esterno, con gli altri organismi viventi, ma anche della sua parte più profonda dove si ricercano le cause delle malattie: il corpo energetico. Questo è altresì collegato alla sfera delle emozioni e dei pensieri, dove spesso si trovano le cause profonde delle malattie. E proprio lavorando a questo livello le terapie energetiche (Shiatsu e Shiatsu Drenante, Agopuntura, Riflessologia, Body Alignment, ecc.) riescono a risolvere definitivamente un problema che si manifesta a livello del corpo fisico, o comunque raggiungono un grado di guarigione maggiore di una terapia che rimane sulla superficie.

Ci si propone quindi con il corso in biofisica del corpo energetico di recuperare tutti gli esperimenti compiuti nel mondo e nelle varie epoche che possano avere dei legami con la salute dell’uomo e con le terapie non convenzionali, per fornire una base scientifica solida su cui queste si possano fondare perchè, contrariamente alle opinioni diffuse, esistono molti studi già compiuti in varie epoche che sono molto illuminanti riguardo alle strutture più profonde e sottili dell’uomo.

L’area da dove si attingono le informazioni è per lo più quella della ricerca scientifica universitaria, ma non ci si preclude la ricerca in quella vasta area di studiosi e ricercatori non professionisti che spesso riescono ad ottenere risultati interessanti sopperendo alla mancanza di fondi con l’ingegno e la fantasia. Vi sono infatti studi molto interessanti e compiuti con rigore scientifico ma non ‘certificati’ da qualche istituzione che sarebbe veramente un peccato trascurare o sottovalutare.

 

Il corso prevede inizialmente una panoramica sui concetti basilari della fisica accademica fondamentali per capire e maneggiare i temi legati all’energia e alla guarigione del corpo energetico.

Si parlerà quindi forse del principio principale della fisica e della vita: il principio di azione-reazione, che tante similitudine presenta con il concetto di karma della filosofia buddhista.

Si capirà che cosa è l’energia e in che forme essa si presenta o si trasforma. Quindi anche delle radiazioni e delle loro duplice natura di particelle e onde, uno dei paradossi della fisica.

E’ impossibile parlare di corpo umano senza parlare del campo elettrico e del campo magnetico, e quindi ne saranno dati i concetti basilari.

Si partirà quindi con la fantastica avventura della fisica nel campo delle energie del corpo umano: si vedranno i vari tipi di cura che prevedono campi elettrici e campi magnetici, sistemi di diagnosi classici come la risonanza magnetica nucleare e l’elettroencefalogramma, ma anche sistemi diagnostici ‘eretici’ come la elettronfotografia (più conosciuta come fotografia a camera Kirlian).

In seguito grande importanza nel corso avrà un’argomento fra i più interessanti: i ‘biofotoni’, cioè fotoni o quanti di luce che vengono emessi dagli organismi viventi (e da non confondersi con la bioluminescenza originata da sostanze o da reazioni chimiche), uomo, animali e piante nella loro fase vitale.

I biofotoni sono fotoni che vengono emessi da tutti gli organismi se questi sono vivi, e anche se la luce prodotta è molto poca, in laboratorio con opportuni apparecchi rivelatori usati anche nella fisica delle particelle elementari (tubi fotomoltiplicatori) si possono verificare e contare.

Questi fotoni hanno la caratteristica di essere luce laser, quindi con la possibilità di trasporto di informazione (e con la possibilità che spieghino alcuni fenomeni di trasporto di comunicazione non convenzionali), e con interessanti relazioni con lo stato di salute dell’organismo che li emette. Vi sono bellisimi studi che li relazionano alla vitalità in generale di una persona, altri studi si sono interessati ad alcuni tipi di tumore e alla possibilità grazie ai biofotoni di una diagnosi precoce e anche della loro cura. Uno studio recente estremamente interessante di una università statunitense ha dimostrato che i punti cutanei corrispondenti ai punti dell’agopuntura sono sede di emissione fotonica molto maggiore del resto della pelle.

 

Come questo argomento, così interessante ma sconosciuto, ce ne sono altri da portare all’attenzione della persona curiosa che voglia confrontarsi con una nuova fisica legata all’uomo, o che interessi il medico o lo studioso che voglia allargare le sue conoscenze per capire di più.

 

Altro fondamentale argomento è l’uso del suono a fine terapeutico. Nella Bibbia è detto “in principio era il  verbo”, e recentemente anche un team di fisici ha prodotto uno studio in cui si sotiene che nel big bang iniziale vi era la presenza di un suono primordiale.

Fin dall’antichità nel Tibet i monaci usavano campane costruite in blocchi di cristallo di quarzo al fine di produrre particolari suoni da usare nelle meditazioni e per curare.

La tecnica più recente ha prodotto degli strumenti particolarmente duttili ed efficaci: i diapason. Ogni diapason produce un suono (e le sue armoniche) molto puro, che può essere usato ai fini terapeutici. Si sono infatti scoperte le frequenze vibratorie di tutti i chakra e dei vari organi corporei, ma anche delle emozioni principali e delle implicazioni fra suoni e relazioni psicologiche.

 

C’è poi una parte importante del corso che è esperienziale (quindi particolarmente utile per chi usa già una qualsiasi terapia alternativa o complementare) ed legata a sistemi di diagnosi non convenzionali (sistemi radioestesici e chinesiologici) con una applicazione nell’importante campo degli integratori, oltre che nell’uso migliore della terapia usata.

 

Alla fine si sarà scoperto un corpo molto più complesso, su più livelli vibratori, un corpo energetico collegato alle emozioni e ai pensieri, un corpo diverso da quello studiato dalla medicina occidentale e già conosciuto dalle antiche tradizioni mediche sia orientali che occidentali. Un corpo estremamente interessante da conoscere e curare, perché curando questo corpo gli effetti sul corpo fisico sono più veloci, profondi e duraturi.

 

C’è tutto un mondo legato alla fisica, alla medicina e alla biologia che ci può aiutare ad indagare nel grande mistero dell’uomo con nuovi strumenti intellettuali.

E sicuramente la cosa fondamentale per questo tipo di approccio è la curiosità poichè, come sosteneva Einstein, ‘la curiosità è alla base di ogni scoperta e di ogni percorso vero’.

 

PROGRAMMA    IL MIO PERCORSO FORMATIVO

VAI AL MENU PRINCIPALE